Skip to content

Allenamento funzionale | cos’è e perchè sta conquistando sempre più fan

Abbiamo pensato di condividere con voi, care amiche, una questione su cui ci siamo soffermate guardandoci intorno all’interno del mondo sportivo, non ultimo in ritorno da Rimini Wellness, kermesse a cui partecipano sempre più appassionati di sport alla ricerca di chi sa quale novità.

Nel contesto della fiera, dove ogni espositore puntava a farsi notare con allestimenti particolari e attrezzi di ultima generazione, ci siamo interrogate su quanti utenti di centri fitness e persone che desiderano allenarsi, comprendano davvero il significato effettivo di quest’attività, tanto efficace quanto promossa negli ultimi anni.

Ma che cosa è in realtà questa attività funzionale così decantata e a cui tutti fanno riferimento quando parlano di allenamento?

L’allenamento funzionale non utilizza complicati macchinari frutto delle migliori operazioni ingegneristiche del settore del fitness, ma si realizza ponendo il corpo ed il suo movimento come cardine degli esercizi.
E’ una  forma di allenamento che permette di raggiungere ottimi risultati, sia da un punto di vista estetico che da un punto di vista prestazionale, per diversi motivi che ora andremo ad analizzare.

Allenamento funzionale cos'è

Vi invitiamo a guardare un breve estratto del film Rocky e partire proprio da questo per condividere qualche riflessione.

Quello che salta agli occhi è che vengono effettuati due diversi tipi di allenamento:

  • uno che utilizza gesti di vita quotidiana: esercizi motori del vivere quotidiano (naturali) che permette di acquisire nuovi schemi motori  attraverso esperienze motorie multiple con una progressione,
  • uno più specifico che utilizza attrezzature e tecnologie.

Entrambi, in questo caso sono finalizzati ad uno stesso obiettivo ossia raggiungimento di una massima performance.

A nostro avviso, non essendo atlete o professioniste, l’allenamento funzionale deve avere invece come obiettivo, il raggiungimento di un miglioramento della vita quotidiana, nel rispetto delle caratteristiche di ognuno, quindi non è allenare il corpo in maniera specifica ma consentire ad esso attraverso l’esperienza, di acquisire nuovamente schemi motori che ha perso per effetto dell’evoluzione della società, ma che erano propri dell’uomo ab origine (di riacquisire schemi base) e che gli permettano di “vivere meglio”, di ridurre il rischio di infortuni, di “star bene” nella quotidianità.

L’obiettivo vero deve essere quindi rendere il corpo funzionale rispetto a ciò che lo circonda, ai movimenti della vita di tutti i giorni.

Ecco perché è un allenamento dalle svariate declinazioni ed è performante per ognuna di noi che cerca benessere psico-fisico, la consapevolezza del proprio essere e della propria fisicità ed ha a disposizione timing ridotti.

Il raggiungimento della massima performance, della “bandiera” piuttosto che del maggior numero di burpees nel minor tempo possibile, non è certo l’obiettivo principe, che viene eventualmente in una fase successiva e non certo per tutti!

Chi ha bambini piccoli può iniziare ad osservare come essi si muovono soprattutto quando sono nella fase tra il gattonare ed il camminare in posizione eretta, come si muovono quando giocano per terra o si piegano per raccogliere qualcosa.

Ripartire da questo tipo di motricità significa riabituare il proprio corpo a riacquisire funzionalità perse con il passare degli anni e ad imparare ad utilizzarlo proprio come fulcro del proprio allenamento.Allenamento funzionale come funziona

Con questo non vogliamo dire che non ci si debba porre obiettivi sfidanti, anzi!

Vogliamo soltanto sottolineare che quando ci si pone obiettivi circa allenamento e regime alimentare questi debbano essere assolutamente ponderati, valutati con esperti del settore almeno in una fase iniziale, e pianificati in uno spazio temporale ben preciso così che la progressione e il raggiungimento di piccoli traguardi, possa fungere da stimolo per continuare l’allenamento con l’adeguata spinta motivazionale.

Insomma torniamo sempre al concetto che fare attività sportiva ci deve servire, quindi essere funzionale, a conoscerci, a volerci bene, ad ascoltarci, a saper leggere sempre meglio i messaggi del nostro corpo, a stare bene con noi stesse in tutto ciò che facciamo ogni giorno.

Certo direte voi, tra il dire e il fare…

…vi assicuriamo che porsi obiettivi raggiungibili e imparare ad allenarsi in maniera sistematica e costante porterà risultati incredibili, soprattutto sull’autostima e sul benessere di ciascuna!

Senza contare che questo tipo di allenamento difficilmente annoia chi lo pratica, grazie alle incredibili combinazioni di esercizi e tipologie di allenamento grazie anche ai semplici ausili che si possono adoperare.

Approfittiamo di queste giornate di sole e nelle ore meno calde iniziate a cimentarvi in qualcosa di diverso che vi regalerà benessere e, perché no, una bella tintarella!

Nicole&Barbara

Articoli correlati

Categorized: Sport
Tagged: ,
La redazione

La redazione

La redazione di Chizzocute è come una famiglia, grande e animata, composta da donne e uomini uniti da ideali di vita sostenibile, che pongono le relazioni umane al centro delle proprie scelte, consapevoli che tutti noi “siamo frutto della nostra famiglia”.

All posts by La redazione