Quando eravamo bambine amavamo ascoltare le favole in cui si parlava di principi e principesse: erano storie che ci facevano sognare di castelli incantati, balli a corte, abiti bellissimi.

Poi è arrivata Pretty Woman, favola dei tempi moderni, che ha inciso nella nostra memoria la famosa frase ‘chi non vorrebbe essere quella gran culo di Cenerentola?’ 🙂

Crescendo la magia del “E vissero felici e contenti” svanisce e anche il mondo che ci circonda ci mostre principesse molto più vicine al nostro vissuto di quanto non accadesse in passato; figure più reali, vere, in carne ed ossa, con problemi come i nostri (tranne quelli economici!).

Principesse che ci hanno dato uno spaccato di vite – apparentemente perfette – che noi non conoscevamo: pensiamo solo ai nomi più celebri della storia come Grace Kelly, Diana Spencer (Lady D.) e l’attuale principessa Kate Middleton.

Donne carismatiche, forti ma anche fragili, che hanno avuto in realtà vite tutt’altro che semplici.

Eppure, viste da lontano, non avremmo mai immaginato esistenze tormentate, etichette di corte eccessive, regole del bon ton esasperate, regole rigide persino per la gestualità o il vestire, impegni improrogabili, sorrisi forzati.

Eppure è così: non è affatto semplice come si può pensare essere una principessa.

Tutte loro, nel corso della propria esistenza, hanno avuto un “prima” e un “dopo”, tutte hanno dovuto trasformare il proprio stile adeguandosi in tutto e per tutto alla moda del proprio tempo vista in chiave assolutamente bon ton per rispettare le rigide regole di corte.

Basti pensare a Grace Kelly che ha dovuto sacrificare la sua carriera, oltre che il suo look, quando ha conosciuto Ranieri di Monaco. Da star del cinema e musa indiscussa di registi come Hitchcock, Grace ha dovuto lasciare gli abiti di scena per vestire i panni sobri e misurati di principessa, moglie e mamma.

Ad ogni modo, in tempi più recenti, tutte abbiamo sognato quando nell’olimpo delle principesse è arrivata lei: Kate Middleton.

Faccia da brava ragazza, carattere da vendere, cultura e un’eleganza innata che l’hanno subito fatta entrare nel cuore di tutti gli inglesi e non solo. Il suo impegno sociale poi l’ha avvicinata tantissimo alla figura di Lady D a cui molti l’hanno paragonata per via del carisma e della dolcezza.

A conti fatti oggi Kate Middleton è la principessa più amata, seguita e copiata del mondo per i suoi look sempre impeccabili.

Con la sua presenza ha saputo risollevare l’immagine della famiglia reale, decisamente appannata dopo la tragica morte di Diana avvenuta nel 1997: operazione ovviamente studiata a tavolino proprio ma che sicuramente ha avuto successo proprio perché in campo è scesa una figura carismatica. Kate ha saputo riabilitare la famiglia reale grazie al suo amore per William, che ha fatto sognare il mondo intero, e ai suoi royal baby George e Charlotte.

Anzi, a breve arriverà il terzo figlio visto che proprio recentemente si è saputo che la principessa Kate è nuovamente in dolce attesa.

Naturalmente per sedersi a un tavolo di gioco così importante anche lei ha dovuto un po’ cambiare le regole e adattare il suo stile all’etichetta di corte perché si sa, quando si entra a far parte della famiglia reale qualche rinuncia bisogna pur farla.

Più volte si è mormorato che la bella Kate sia arrivata a scontrarsi con la regina Elisabetta, ma anche con Carlo e Camilla, per via di alcune critiche che le sono state fatte riguardo al suo modo di approcciarsi al rigido protocollo di Corte.

Molti affermano che della Kate dei tempi dell’Università ormai non è rimasto più nulla: prima aveva la libertà di potersi lasciare fotografare mentre rideva spensierata o faceva le smorfie e i suoi abiti erano spesso quelli di una ragazza giovane e avvenente.

Ci sono foto del passato che la immortalano mentre siede sull’erba con un abito molto scollato o mentre mostra la pancia e il fondoschiena. Le sue gonne erano cortissime e attillate e non esitava ad indossare gli shorts o ad andare a scatenarsi in discoteca.

Parliamo però di tempi in cui Kate era solo Kate e non ancora la moglie del principe William: dopo che la giovane ha conosciuto l’erede al trono ed è iniziata la loro favola, anche lei ha dovuto necessariamente cambiare registro di stile.

Forse che i due si innamorassero era destino o forse no, sta di fatto che oggi Kate è una principessa che detta mode e che, ogni volta che indossa un nuovo abito, lo rende subito un cult.

Ma come è cambiato il look di Kate tra prima di entrare a corte e il dopo?

Prima Kate non si preoccupava troppo del suo look, com’è normale che sia per una ragazza normale: la compostezza e lo stile che adesso contraddistinguono Lady Middleton mancavano quasi del tutto alla ragazzina inglese dei primi tempi in cui frequentava William.

Dopo il fidanzamento con William, Kate ha iniziato la sua trasformazione: maggiore sobrietà, più contegno negli atteggiamenti e nel look, maggiore cura per la sua immagine in generale.

Oggi Kate è un’icona di stile e i suoi abiti sono sempre impeccabili: tailleur, tubini, cappelli degni della regina Elisabetta, colori sobri e misurati, mai un passo falso nel look.

Sempre raffinata ed elegante, Kate viene spesso presa ad esempio per look preziosi e ricercati: la Duchessa di Cambridge ha infatti indossato alcuni degli abiti più belli mai visti nella storia della famiglia reale e non solo abiti da sera, ma anche vestitini, maglie e pantaloni più casual ma sempre perfetti per l’occasione.

Ama i colori neutri, ma non disdegna quelli più accesi, in linea con la palette di colori che più di addice al suo incarnato e colori natuali: la sua eleganza però riesce a rendere impeccabilmente chic qualunque cosa indossi e anche durante la gravidanza, ha sempre scelto outfit all’altezza della situazione.

Naturalmente questo cambiamento non ha potuto ‘gestirlo’ da sola.

Si è senz’altro affidata a un Consulente di Immagine per capire quale potesse essere lo stile che più valorizzasse la sua fisicità, i suoi colori, la sua personalità.

Non è un caso ad esempio che la nostra principessa oggi prediliga i vestiti e nello specifico abiti che le mettono in evidenza il punto vita.

Kate ha infatti il baricentro basso, ovvero gambe corte (nonostante la sua altezza di tutto rispetto). Enfatizzare il punto vita quindi aiuta a far sì che la percezione visiva della sua gamba sia più lunga.

Altro trucco è l’utilizzo di calze nude e scarpe colore cipria. Anche in questo caso l’obiettivo è portare lo sguardo oltre la caviglia e dare la sensazione che la sua gamba finisca dove c’è la punta della scarpa.

Due piccoli accorgimenti che solo un sapiente consulente sa quando è il caso di utilizzare perché non è detto che altre fisicità abbiamo bisogno degli stessi suggerimenti.

Kate oggi è senz’altro una donna di stile, ma anche nella sua trasformazione ha imposto la sua personalità e anche quando le riviste di gossip si divertono a mettere a confronto i suoi outfit con quelli di Lady D, se ci fate caso i dettagli fanno la differenza e lei riesce sempre a trovare quello che la rende una donna diversa e con forte carisma.

Giovanna Vitacca

(Letto 159 volte in totale, 1 oggi)