Skip to content

Baby Bazar | Come funziona la vendita ?

Baby Bazar è una realtà che sta prendendo sempre più piede. Dalla nascita di Andrea, 4 anni fa, ad oggi sono aumentate in maniera esponenziale le mie amiche soddisfatte della propria esperienza sia in vendita che in acquisto.

Da Baby Bazar, come vi avevo parlato in questo articolo , è possibile vendere tutti i prodotti correlati al mondo dell’infanzia, dagli abiti, ai prodotti di puericultura, ai giochi ed i libri.

Un’idea che ho sposato sin dalla nascita di Andrea, mi piace tanto pensare che gli oggetti che hanno connotato momenti indimenticabili per noi, rivivranno in altre famiglie, che altre manine giocheranno con i suoi giocattoli. Mi da un senso di continuità e mi fa pensare allo scorrere della vita. Mi dona serenità.

A tutto ciò si aggiunge la consapevolezza che quasi tutti i prodotti legati al mondo dell’infanzia sono utilizzabili spesso per pochi mesi. Con Baby Bazar si ha la possibilità di ricavare del denaro dalla vendita di questi prodotti per affrontare le spese successive, perché si sa, avere un bambino è la gioia più grande della vita, ma i costi ad essa legati sono una voce di spesa non indifferente nel budget famigliare.

Tatiana e Laura, le due proprietarie del punto vendita di Giussano spiegano a tutte le nuove clienti, come si vende con Baby Bazar, danno consigli affinché la vendita vada a buon fine.Baby bazar vendita usato bambino giussano

Ma come si vende con Baby Bazar?

Tatiana mi racconta che una buona selezione già al momento del decluttering è fondamentale. I negozi di second hand non sono il luogo dove destinare tutto ciò che non viene più usato, sono più dei negozi in cui viene data dignità ai prodotti usati.

Pre selezione a casa

La prima selezione da parte della cliente venditrice è fondamentale. Indipendentemente dal gusto personale, i capi devono poter essere indossati, consegnati lavati e stirati, le scarpine pulite anche nelle suole e i giochi ed i prodotti di puericultura integri e puliti.

La domanda che ogni mamma dovrebbe porsi è: “io a mio figlio continuerei a fare indossare questo capo?”, mettersi quindi nelle condizioni di una mamma che dovrebbe acquistare per il proprio figlio quel prodotto, che sia di abbigliamento piuttosto che un giocattolo, ecc.

La valutazione 

Una volta approntato il proprio borsone ci si reca presso uno dei punti vendita Baby Bazar. Qui il personale, in orari che variano per ogni singolo negozio, procedono con la valutazione. Tatiana mi specifica che questa fase non apre ad una trattativa con la cliente per la quantificazione economica, il prezzo viene definito da Baby Bazar in base alla propria esperienza ed alla sensibilità acquisita sul campo ogni giorno.

I prezzi comunicati sono al lordo della percentuale del 50% che il punto vendita trattiene come commissioni di vendita. In caso di invenduto nulla è dovuto a Baby Bazar.

Durante la valutazione alla cliente viene chiesto se, al costo di 2€/anno vuole attivare anche la vendita online che consente a chiunque acceda da tutta Italia al sito Baby Bazar del negozio di vedere ed acquistare i prodotti.

In caso di vendita il personale del punto vendita organizza la spedizione con costi a carico dell’acquirente.

Monitoraggio delle vendite 

Terminata la valutazione i prodotti vengono caricati sul sito Baby Bazar dove nell’area “MyBabyBazar” il venditore avrà modo di monitorare le proprie vendite giornalmente.My baby Bazar

Cosa accade se ci ripenso? 

Gli articoli restano tuoi: lo staff ti spiegherà come funziona.

Cosa succede ai prodotti invenduti?

La permanenza assicurata degli articoli in negozio è limitata e viene indicata al momento del carico. Se dopo questo periodo il venditore non torna a riprendere gli articoli invenduti, Baby Bazar devolve i prodotti in beneficienza ad Humana People To People Italia Onlus o ad associazioni locali.

Come si incassa il denaro dalle vendite?

Con Baby Bazar non esiste un minimo per l’incasso, quindi se ad esempio vendo un prodotto a 2€ e voglio incassale posso farlo tranquillamente. In alternativa posso attendere di avere venduto sino ad una certa cifra e decidere di ritirarla tutta insieme, oppure posso fare un cambio con dei prodotti acquistati per lo stesso importo. Fondamentale è che il denaro deve essere ritirato entro 1 anno dall’avvenuta vendita.

Mi piace il concetto che Tatiana e Laura veicolano su questa realtà, e di fatto hanno pianamente ragione dicendo che Baby Bazar e la cliente sono partner nella vendita.

Grazie all’esperienza di vendita acquisita sul campo quotidianamente il personale Baby Bazar è in grado di condividere con le clienti consigli e suggerimenti utili affinché la vendita vada a buon fine. E questo è nell’interesse di entrambe le parti perchè in caso di invenduto vi è mancato guadagno sia da parte della venditrice ma anche di Baby Bazar.Baby bazar Giussano

Il mio suggerimento è quindi se volete approcciarvi a questa realtà di affidarvi nelle mani del personale competente che è sempre pronto a supportarvi con un grande sorriso.

Barbara

Articoli correlati

La Chizzo

La Chizzo

Un caban in cashmere avvolgente e un paio di jeans veloci, un filo di Chanel peonia sulle labbra e Hunter colorati ai piedi.
Sono io, Barbara: una vita a colori e un mix and match di contrasti ai quali non saprei rinunciare!
Un lavoro nel mondo frenetico del digital, fatto di strette di mano e vita mondana, e una casa immersa nella natura e nella pace da condividere con le persone che amo, la mia famiglia. Qui troverai maggiori informazioni su di me

All posts by La Chizzo