Skip to content

Benvenuto Billy, che da quando sei con noi tutto ha più calore

Mi sono chiesta molte volte cosa ci mancasse per essere felici.

Abbiamo appena acquistato la casa dei nostri sogni, abbiamo un bambino splendido, una realtà professionale che ci appaga.

Poi così, all’improvviso è arrivato Billy.

Billy è un bassotto di 7 anni che ha scelto di vivere con noi da circa un mese. Ho visto, un giovedì notte, un appello del suo padrone che sarebbe partito il lunedì successivo per Londra e cercava qualcuno che potesse adottare Billy. Aveva fatto altri tentativi, ma nessuna famiglia adottiva era adatta per lui, così la scelta sarebbe ricaduta sul canile.

Abbiamo conosciuto Billy il venerdì, sabato pomeriggio siamo andati a prenderlo. Abbiamo iniziato così questa adozione che in poche settimane si è trasformato in un amore fatto di riti e coccole tutte nostre. Incredibile come un animale, quando si sente amato, quando sente che il posto in cui sta è pieno di amore e rispetto per lui, riesca ad ambientarsi velocemente.

Rido a pensare a tutti i veti che io ed Ale avevamo fissato nel caso dell’arrivo di un ipotetico cane: il cane sta in giardino, non dorme al piano delle camere, non lo accompagniamo fuori per le passeggiate. Non si dovrebbero mai fare programmi su ciò che sarà finchè non vivi l’esperienza.

Le mie passeggiate mattutine con Billy ed Andrea e le corse serali sono il momento che più attendo durante la giornata. Ci obbliga a vivere la natura che ci circonda, a svuotare la mente. Siamo noi tre soli, esco senza iPhone, il mondo si ferma e tace. 

Andrea prima dell’arrivo di Billy non voleva mai camminare, oggi corre con noi e mi chiede sempre più spesso di stare in giardino a giocare, anche con il brutto tempo o con i primi freddi.

Io sono cresciuta con i cani, sin da quando ero neonata. Lilly, una meticcia di fox terrier, è arrivata alla mia nascita, unendosi ad altri cani che già avevamo. Mi ha salvato più volte dalle mie peripezie con il girello in giardino, dove entravo nel recinto dei cavalli e lei abbaiava e correva ad allertare mia mamma affinchè potesse intervenire.

Con lei ho trascorso la mia infanzia nei boschi, mi sentivo al sicuro.

Bastava uno sguardo e lei, ne sono certa, riusciva a decifrare il mio animo.

Auguro ad Andrea di vivere tutto questo con Billy, gli auguro di aver trovato un fedele compagno di giochi, un amico da rispettare e di cui prendersi cura. Un cane che rappresenti per lui quell’amico pronto ad esserci sia nel momento del bisogno che nel momento della gioia, che sappia amarlo senza chiedergli nulla in cambio e che lo accetti, così com’è.bassotto Billy

Doti uniche e rare che con sempre maggiore difficoltà riesco a ritrovare nell’umanità e nella società.

Barbara

Articoli correlati

Categorized: Cani
Tagged: ,
La Chizzo

La Chizzo

Un caban in cashmere avvolgente e un paio di jeans veloci, un filo di Chanel peonia sulle labbra e Hunter colorati ai piedi.
Sono io, Barbara: una vita a colori e un mix and match di contrasti ai quali non saprei rinunciare!
Un lavoro nel mondo frenetico del digital, fatto di strette di mano e vita mondana, e una casa immersa nella natura e nella pace da condividere con le persone che amo, la mia famiglia. Qui troverai maggiori informazioni su di me

All posts by La Chizzo