Skip to content

Intrattenere i bambini in viaggio con le busy bags

Quando si organizza un viaggio con i bambini, una delle cose che più preoccupa di più i genitori è come riuscire a tenere impegnati i pargoli per tante ore, senza che si annoino durante il tragitto in auto o in aereo. Tutte quelle ore seduti possono essere infatti una vera e propria sfida per un bambino. Vi suggeriamo una soluzione che vi permetterà di affrontare le vostre prossime partenze quasi a cuore leggero.

Benvenuti nel mondo delle busy bag.

Alla scoperta delle busy bags

Non so voi, ma noi siamo da sempre viaggiatori. Lo eravamo prima dei figli e lo siamo rimasti anche con i figli a carico. L’arrivo dei bambini naturalmente ci ha portate a rivedere un po’ le nostre abitudini di viaggio e a posticipare nel tempo alcune mete, ma non ci ha assolutamente impedito di programmare viaggi anche a lungo raggio.

Quando mi capita di affrontare l’argomento con altri genitori, mi trovo spesso subissata di domande. Vista la mia esperienza di viaggiatrice con e senza prole, si aspettano che io possa raasicurarli nei loro timori e anche fornire buone soluzioni ai loro dubbi. Il viaggio è sicuramente uno degli aspetti che si modifica profondamente con l’arrivo dei figli, ma non viene reso certo impossibile. Va però calibrato, valutando le esigenze di tutti. E il gioco è sicuramente una delle esigenze maggiori dei bambini. Esigenza che viene fuori anche durante le lunghe ore del tragitto per raggiungere la emta di viaggio. Ed ecco quindi che una tra le domande tra le più ricorrenti che mi viene posta è:

Come fare ad intrattenere i bambini durante un viaggio lungo?

Con una certa esperienza alle spalle posso garantirvi che è possibile affrontare viaggi lunghi anche senza l’ausilio di tablet o affini, o comunque riducendone l’uso. Per carità nulla in contrario, se si tratta di un uso moderato, ma per chi decide di affrontare viaggi dalla durata di diverse ore, questa a mio avviso non può essere l’unica soluzione.

Ed ecco che arrivano in soccorso le busy bags.

Cosa sono le busy bags?

Proviamo a capire cosa si nasconde dietro al termine busy bag. La traduzione delle due parole inglesi ci viene in aiuto e scopriamo che busy significa occupato e bags sta per borsa. Parliamo quindi di borse (buste o sacchetti) che possano tenere occupati. Ma come potranno delle semplici borse tenere occupato il nostro bambino?

Le busy bag non sono delle borse qualsiasi.

Si tratta solitamente di buste, ma potrete utilizzare il contenitore che preferite, che recano al loro interno dei passatempo da proporre ai bambini, in modo da rendere il tempo in viaggio meno noioso. Ogni busta contiene un’attività differente, che verrà  proposte singolarmente durante il viaggio alternandole a momenti di riposo, che in viaggi lunghi non mancano quasi mai.

Nella scelta dei contenitori conviene prediligere buste o sacchetti trasparenti in modo da poter identificare subito il contenuto da proporre. Molto importante è che i contenitori siano datati di un sistema di un sistema di chiusura comodo. L’ideale a mio avviso sono le cartelline portadocumenti trasparenti con bottone a pressione o cerniera. In alternativa, possono essere utilizzate le cartellette con i fori che si usano per i lavori da ufficio e che possono essere raccolte in un quaderno grande ad anelli.

Se viaggiamo in aereo, teniamo sempre presente l’ingombro ed il peso, per non gravare eccessivamente sul bagaglio a mano. Se viaggiamo in auto, avreo una maggiore libertà, anche perché potremo lasciare le busy bag sempre nella vettura e nons arà necessario scaricarle e caricarle ogni volta.

Cosa possono contenere le busy bag

Qui si tratta di scatenare la fantasia, cercando sempre di proporre attività che siano affini ai gusti dei bimbi e che siano adeguate all’età. Non esistono delle busy bag universali, l’importante è diversificare i contenuti in modo da tenere sempre vivo l’interesse del bambino.

Anche nella scelta degli oggetti da proporre si possono seguire diverse opzioni, c’è chi avendo buona manualità ed estro realizza col fai da te alcuni giochi. Per chi invece ha meno tempo o non ha una grossa vena creativa, forniamo qualche spunto, ricordando sempre una cosa fondamentale soprattutto se viaggiate in aereo ovvero: divieto assoluto di giochi sonori o che contengano musichette, perché non dobbiamo mai dimenticare che non si viaggia da soli. Ma anche senza lucine e musichette, la scelta è davvero ampia.

Puzzle da 12-20 pezzi; un memory, se quello che avete in casa è da mille milioni di pezzi, potrete portare via solo un numero limitato di coppie; qualche pezzo di Lego, avendo cura di scegliere pezzi universali e non mini dettagli, per i più piccoli sono perfetti anche i Lego Duplo. La pasta modellabile è sempre un’opzione vincente: Didò, Playdoh e affini; evitate invece la sabbia cinetica, che potrebbe rivelarsi un vero disastro per la moquette dell’auto o dell’aereo.Gioco Memory Montessori

Un’idea geniale è una lente di ingrandimento corredata di quadratini di vario materiale: cartoncino, plastica, polistirolo, per tante ispezioni minuziose.Lente di ingrandimento Scout bambini

Per i piccoli artisti, le opzioni sono molteplici: album da colorare, schede in bianco e nero e un blocco da disegno. E ovviamente colori: matite colorate, pastelli a cera o pennarelli, rigorosamente lavabili. Non serve portare tutta la tavolozza, 5-6 colori saranno sufficienti.https://www.chizzocute.it/wp-content/uploads/2018/02/Grande-libro-cornicette.jpg

E ancora, timbrini autoinchiostrati, tangram, stickers (meglio se attacca-stacca), perle o forme di legno da infilare nei cordoncini. Potete anche prevedere qualche mini gioco di società da viaggio: gioco del tris o della pesca con magneti o altre varianti che trovate in commercio, come ad esempio “Super Mini Frutteto” o  “il Principe Ranocchio” di Haba.Haba Principe Ranocchio

Nel nostro bagaglio non manca mai qualche libro in edizione economica senza copertina rigida, sempre per non eccedere con ingombri e peso.

E infine prevedete una busy bag con il gioco preferito del vostro bambino, sarà il salvavita nel momento di maggiore difficoltà. Nel momento in cui nulla sembra più funzionare, voi estrarrete la regina delle busy bag per qualche minuto di più di svago (c’è l’appassionato di macchinine, oppure chi impazzisce per le figurine, chi ama i colori glitter e così via).

Se siete amanti del fai da te e maneggiate con destrezza il feltro, la colla a caldo, la carta crespa ed in generale tutti i materiali riciclabili quali bastoncini di legno dei gelati, stecchini, mollette, ecc. fate un salto su Pinterest e troverete un sacco di idee meravigliose da realizzare con pochissima spesa, molti ispirati al metodo Montessori.

Con il feltro potrete anche creare dei bellissimi e funzionali quiet book, che possono davvero dare una svolta al vostro viaggio. Ne esistono anche nella grande distribuzione o artigianali.

Non ci rimane che augurarvi buon viaggio!

Rolling Mamas

Articoli correlati

Categorized: Mamma & bimbi, Viaggi
La redazione

La redazione

La redazione di Chizzocute è come una famiglia, grande e animata, composta da donne e uomini uniti da ideali di vita sostenibile, che pongono le relazioni umane al centro delle proprie scelte, consapevoli che tutti noi “siamo frutto della nostra famiglia”.

All posts by La redazione