I Giochi Olimpici Rio 2016 sono ormai finite e tra qualche delusione e molte gioie anche l’Italia torna a casa con le sue medaglie.

Le medaglie vinte dagli atleti italiani alle Olimpiadi sono in totale 28, un numero per nulla da disprezzare. Gli ultimi Giochi Olimpici si sono svolti presso Rio de Janeiro, la capitale del Brasile, scelta non poco discussa e criticata, ma per fortuna tutti gli atleti hanno potuto cimentarsi nelle proprie categorie senza problemi e la competizione ha raggiunto in molte specialità livelli altissimi.

Gli atleti italiani hanno conquistato in totale 8 ori, 12 argenti e 8 bronzi, regalando soddisfazioni a tutti i tifosi. Tra gli sport maggiormente segnati dal valore dei nostri atleti, ci sono senza dubbio il tiro e la scherma, ma anche il judo, il nuoto e il ciclismo su pista. Tra le medaglie vinte, non si possono non citare gli ori olimpici:

  • Tiro: con ben 4 medaglie d’oro e tre d’argento, questo sport è stata una vera e propria rivelazione. Tra glie eroi del tiro ci sono Niccolò Campriani e Gabriele Rossetti insieme a Diana Bacosi.
  • Scherma: Daniele Garozzo è il nuovo idolo del fioretto individuale, non solo per l’oro conquistato contro lo statunitense Massialas, ma anche per la sua esultanza finale. La squadra degli schermisti italiani si è aggiudicata anche 3 medaglie d’argento.
  • Judo: l’esuberanza e l’energia dei giovani atleti italiani è stata espressa a pieno anche da Fabio Basile che ha vinto l’oro nella disciplina del judo.
  • Nuoto: sebbene la delusione per la mancata medaglia della campionessa Federica Pellegrini, l’Italia è riuscita anche per questa edizione ad aggiudicarsi un’oro e due bronzo. Gregorio Peltrinieri non ha lasciato respiro ai concorrenti nei 1500m stile libero maschile, salendo sul gradino più alto del podio.
  • Ciclismo su pista: Elia Viviani è il campione dell’Omnium maschile, aggiudicatosi la medaglia d’oro nella gara ad eliminazione.

Agli italiani non mancano di certo motivi per esultare ed essere orgogliosi dei nostri atleti, ad ogni modo resta un po’ d’amaro in bocca per alcune discipline come la pallavolo maschile., con il mancato oro, e il nuoto femminile. Non poco dissenso e dispiacere è stato causato dalla squalifica per 8 anni del maratonista Alexander Schwazer, emanata dal Tas con l’accuso di doping.

Claudia Di Meo

(Letto 66 volte in totale, 1 oggi)