Skip to content

L’importanza dell’igiene orale sin da bambini

Quando iniziare a lavare i dentini? Quando introdurre spazzolino, dentifricio e scovolini interdentali nell’igiene orale dei bambini?

Queste e molte altre sono le domande che mi sono posta quando quei primi puntini bianchi hanno iniziato a far capolino tra le gengive rosee di Andrea.

Anche per la dentizione decidua (i cosiddetti dentini da latte) dovrebbe essere abolito il detto “si è sempre fatto così”. Come sappiamo bene noi neogenitori ci troviamo spesso a scontrarci con abitudini difficili da sradicare.

Come sapete io credo fortemente nell’importanza di insegnare ai bambini la cura di se stessi, del proprio ambiente e del mondo che li circonda sin in tenera età. Se tali gesti rientrano nella loro routine quotidiana come un’abitudine sana, qualcosa che non vedono come un peso, li porteranno con sé per tutta la vita.

Per questo con Andrea sin dalla crescita dei primi dentini abbiamo attivato delle abitudini legate alla sua igiene orale che con il passare del tempo si sono poi evolute. Al compimento dei 4 anni, con sua grande felicità, è stata introdotta nella sua routine serale anche lo scovolino piccolo, quell’oggetto che per 4 anni ha  visto utilizzare da mamma e papà. Per lui è stata una grande conquista, ha segnato un’ulteriore tappa della sua crescita.

È inoltre, a mio avviso, importante sfatare il pensiero comune che i dentini da latte non abbiano una funzione importante e che quindi non ci si debba preoccupare della loro igiene (e anche delle loro carie).

La funzione della dentizione decidua è fondamentale per un essere vivente che si appresta ad apprendere i rudimenti della masticazione. È risaputo che una corretta masticazione ha degli impatti positivi come una migliore digestione, un rapporto più sano con il cibo, ecc.

Anche i dentini da latte si cariano, esattamente come i denti definitivi, anch’essi procurano dolore al bambino. La perdita anticipata della dentizione decidua, inoltre,  può rappresentare delle criticità per la crescita della dentizione definitiva, che per crescere in maniera corretta, dovrebbe trovare sulla propria strada i dentini da latte.

Quando introdurre l’igiene orale nei bambini?

Noi abbiamo iniziato con il primissimo dentino, pulendolo due volte al giorno con una garza imbevuta in collutorio bio e omeocompatibile.

Poi man mano abbiamo introdotto spazzolino e dentifricio, lasciando ad Andrea sempre maggiore autonomia nel loro utilizzo, ma supervisionando sempre il momento della pulizia dei dentini per accertarci che avvenisse secondo le corrette modalità.

Spazzolino elettrico sì o no?

Noi abbiamo introdotto lo spazzolino elettrico ai 4 anni, seguendo i suggerimenti del nostro dentista.

Quando introdurre lo scovolino?

Il nostro dentista ci ha consigliato l’introduzione dello scovolino alla visita dei 4 anni, quando si è reso conto che i primi e secondi molari di Andrea avevano necessità di una pulizia più approfondita rispetto allo spazzolino elettrico.

Quando la prima visita dal dentista?

Noi abbiamo iniziato verso i due anni e mezzo perché avevamo notato la  formazione di placca sugli incisivi ed abbiamo preferito intervenire con una visita specialistica.

Chi sono i bambini cariopatici?

Esistono persone (e quindi bambini) con una predisposizione alla formazione di carie, Andrea è uno di quelli. D’altronde sia io che Alessandro abbiamo il medesimo problema, che si è placato notevolmente dopo i 40 anni ma che negli anni antecedenti ci ha creato non pochi problemi.

Nel nostro caso cerchiamo di stare molto attenti all’alimentazione: niente dolci, cerchiamo di limitare anche gli zuccheri contenuti naturalmente negli alimenti (frutta, farine trattate, ecc.).

In aggiunta all’alimentazione vi è ovviamente una igiene orale quotidiana, non solo la mattina e la sera ma anche all’asilo dopo il pranzo.

Come rendere l’igiene orale un gioco da bambini?come lavare i denti bambini

Si sa, i bambini, ma soprattutto i teenager, amano poco lavarsi i denti. Chi non si ricorda quando da piccoli cercavamo di sviare la sera andando a letto senza lavare i denti? Chi si è scordato le urla dei genitori che ci ricordavano di lavare i denti prima di andare a letto? È avvenuto in tutte le famiglie, almeno 100 volte.

In realtà questo è già uno scenario positivo, nel corso di questi anni ho, purtroppo, sentito racconti di amici davvero preoccupanti, oltre ad avere assistito a delle scene che mi hanno fatto accapponare la pelle.

Rendere l’igiene orale un momento ludico e di divertimento per i bambini è un obiettivo sfidante per ogni genitore che deve sapere intercettare una passione del proprio figlio e declinarla all’interno di quella che è la pulizia dei denti.

Andrea è un bambino che ha il forte senso del tempo correlato alla competizione (chissà da chi avrà preso). Ad un certo punto ci siamo resi conto della sua passione per le clessidre e della sua smania di vincere contro di esse. La clessidra ha svolto per noi un ruolo importante di facilitatore nella metamorfosi del momento “igiene orale” come impegno e dovere a quello di momento ludico.

Qui vi ho riportato la mia esperienza con Andrea, ma come dico sempre ricordate che ogni bambino è un essere a sé, ogni bambino ha la propria storia. Fondamentale è il ruolo dei genitori che devono essere attenti osservatori e comprendere le necessità del proprio figlio.

Barbara

Articoli correlati

Tagged:
La Chizzo

La Chizzo

Un caban in cashmere avvolgente e un paio di jeans veloci, un filo di Chanel peonia sulle labbra e Hunter colorati ai piedi.
Sono io, Barbara: una vita a colori e un mix and match di contrasti ai quali non saprei rinunciare!
Un lavoro nel mondo frenetico del digital, fatto di strette di mano e vita mondana, e una casa immersa nella natura e nella pace da condividere con le persone che amo, la mia famiglia. Qui troverai maggiori informazioni su di me

All posts by La Chizzo