Skip to content

Qual è l’origine delle damigelle e quale compito svolgono durante il wedding day?

Nell’antichità le damigelle d’onore vestivano di bianco per proteggere la sposa distraendo gli spiriti malvagi che non riuscendo a riconoscerla andavano via indispettiti.

Oggi il ruolo delle damigelle è affidato dalla sposa alle migliori amiche (da qui deriva il termine anglosassone Bridesmaid – letteralmente “le amiche della sposa”) oppure alle sorelle o alle cugine cui è particolarmente legata e devono essere massimo otto. Le damigelle, conoscendo molto bene la sposa, hanno il compito di tranquillizzarla, di risolvere eventuali imprevisti che possono sorgere durante il matrimonio con l’obiettivo di non far preoccupare la sposa in alcun modo. Sapere di avere al proprio fianco delle persone organizzate, intraprendenti, in grado di mantenere la calma anche davanti ad un”intoppo”, sveglie e dinamiche è una grande sicurezza per la sposa in special modo dal punto di vista psicologico. Contribuire a renderla felice e serena è un obiettivo fondamentale per le Bridesmaid.

Vediamo, ora, alcune piccole regole importanti da seguire:

Secondo il galateo è la sposa a regalare alle damigelle l’abito per la cerimonia, qualora ne abbia la possibilità, se così non fosse, non bisogna certo rinunciarvi, pertanto, vi consiglio care future spose di scegliere amiche simili tra loro e comunicare il colore dell’abito che desiderate per loro, rispettando sempre il fil rouge del vostro matrimonio.  In questo modo le damigelle potranno comprare insieme un abito uguale per tutte, sarà senza dubbio un’esperienza unica e divertente.

Per quanto concerne, invece, gli accessori che la sposa regalerà alle damigelle, optate per:

1) Coroncina di fiori da indossare tra i capelli;

2) Bouquet più piccolo simile o uguale a quello della sposa;

3) Corsage, un bracciale floreale da portare al polso.

Ricordate, care future spose, che qualsiasi sia la vostra scelta è importante che i fiori siano freschi e la tipologia deve essere quella scelta per il bouquet oppure per l’allestimento della Chiesa.

Arriviamo, infine, ad uno dei momenti salienti della cerimonia, il corteo nuziale che ha delle regole ben precise da seguire:

  1. Nel caso in cui ci fossero bambini (non troppo piccoli, almeno di 4/5 anni) è possibile assegnare loro il ruolo di flower girl e paggetti cui spetterà il compito di aprire il corteo nuziale, subito dopo vi è l’ingresso della sposa e a seguire entrano le damigelle adulte.
  2. Se, invece, vi sono solo damigelle adulte, saranno loro ad aprire il corteo nuziale entrando in fila indiana, senza camminare troppo attaccate l’una all’altra mi raccomando. Se le damigelle sono in numero pari possono entrare in coppia ed avvicinarsi all’altare, giunte a destinazione vi è l’ingresso della sposa accompagnata dal padre.
Consiglio alla sposa, inoltre, di affidare alla Made of honor una borsetta con fazzolettini, rossetto, forcine per capelli, ago e filo bianco, una forbicina piccola (credetemi possono sempre servire) e il cellulare.

A questo punto la cerimonia può avere inizio, sovrano è l’Amore degli sposi che viene consacrato davanti a tutte le persone a loro più care.

Flavia Arcella Event Manager

 

Articoli correlati

Categorized: Matrimonio
Tagged:
La redazione

La redazione

La redazione di Chizzocute è come una famiglia, grande e animata, composta da donne e uomini uniti da ideali di vita sostenibile, che pongono le relazioni umane al centro delle proprie scelte, consapevoli che tutti noi “siamo frutto della nostra famiglia”.

All posts by La redazione