Skip to content

Sabbia cinetica fatta in casa

C’è da aspettare ancora un po’ per andare al mare e giocare con paletta e secchiello, ma nel frattempo i nostri bimbi possono esercitarsi in casa e affinare alcune importanti funzioni.

La sabbia cinetica è un materiale particolare che simula l’effetto della sabbia bagnata. E’ consigliata tra i giochi del metodo Montessori, poiché aiuta lo sviluppo del senso tattile dei bambini ed è utilizzata nelle attività riabilitative per la motricità.

Quella in commercio è composta al 98% da sabbia vera e al 2% da un materiale segreto che la rende malleabile e non appiccicosa. Tuttavia è possibile riprodurre la sabbia cinetica in casa attraverso dei comuni alimenti, l’effetto non sarà proprio lo stesso, ma ne verrà fuori allo stesso modo un composto con cui far giocare i bambini e aiutarli nell’uso delle mani e del tatto.

Gli ingredienti per la sabbia cinetica fatta in casa sono:

  • 300 g di farina integrale
  • 300 g di amido di mais
  • 60 ml di olio da cucina a scelta

oppure in alternativa

  • 300 g di maizena
  • 300 g di semolino
  • 100 ml di olio da cucina a scelta

L’amido di mais e la maizena sono alimenti che si trovano comunemente nei supermercati ad un prezzo molto basso, mentre il semolino e la farina integrale sono stati scelti perché di colore simile a quello della sabbia.

La procedura è molto semplice, vi basta impastare gli ingredienti tra di loro fino a che non avrete ottenuto un composto omogeneo. Vi basterà porla in una ciotola abbastanza grande dentro la quale i bambini possano comodamente immergere le mani per divertirsi con l’impasto.

Se volete potete aggiungere all’impasto del colorante per alimenti in modo da rendere la vostra sabbia cinetica colorata e ancora più divertente.

Claudia Di Meo

Articoli correlati

Categorized: Montessori
Tagged:
La redazione

La redazione

La redazione di Chizzocute è come una famiglia, grande e animata, composta da donne e uomini uniti da ideali di vita sostenibile, che pongono le relazioni umane al centro delle proprie scelte, consapevoli che tutti noi “siamo frutto della nostra famiglia”.

All posts by La redazione