Tutte le scelte che ho fatto per Andrea rispondo ad connubio: fashion e Comfort.

Ho sempre amato il mondo della moda, sono sempre stata capace di anticipare i trend. I miei ex colleghi ancora ricordano quando, ormai 6 anni fa, ho lasciato tacchi alti e decollètè in favore di quelle espadrillas oggetto di svariate derisioni, salvo poi vederle indossare da tutti l’anno successivo.

In questo mio amore per la moda, da quando ero in attesa di Andrea, si è unito anche il concetto di comfort, cioè confortevolezza, lo stare bene ed il sentirsi a proprio agio.

Fashion e Comfort sono le due parole che dettano le mie scelte per l’abbigliamento e le scarpe per Andrea. Non ho ancora definito uno stile preciso per lui, mi piace variare dallo stile Nordico a quello più sporty-chic, in base agli impegni della giornata.

Un abbigliamento più comodo ed ispirato allo stile Nordico con leggins e comode t-shirt durante le giornate all’asilo, in cui deve sentirsi libero di giocare, correre, dipingere. Giornate in cui durante il riposino pomeridiano non deve sentirsi costretto da jeans o pantaloni troppo aderenti. Durante il week end invece mi piace vestirlo da piccolo “teenager” con jeans slim fit, polo e maglioncino in cotone.

Scarpe estive bambino

La collezione PE’17 di Bobux completa gli outfit di Andrea, grazie all’ampia scelta tra differenti modelli che bene si abbinano a qualsiasi stile scelga per lui. Tutti i modelli, rispondono pienamente alla sua voglia di correre e giocare e scoprire il mondo, garantendo sempre alta flessibilità e protezione, tessuti di grande qualità e un design fisicamente adatto ai bambini che iniziano a camminare, design attento alla struttura del piede del bambino.

Collezione pe 17 scarpe bambino

Novità di quest’anno è la nascita della gamma KID+, che risponde alle esigenze dei piedi vivaci dei bambini più grandicelli impegnati a correre, saltare, calciare e scalare.

aktiv-plus-bobux-kid-plus-walking-1800x-041

Coniugare fashion e comfort è possibile, grazie a brand attenti alla crescita naturale del bambino come Bobux.

Barbara