Skip to content

5 frasi per mamme e bambini felici

Essere genitori non è facile, non si nasce genitori e non ti danno un patentino.

Lo si diventa sul campo ed ogni giorno è diverso dall’altro, ogni giorno ci sono nuove sfide e nuove conquiste.

Conquiste: si parla spesso delle conquiste dei bambini, ma anche i genitori crescono giorno dopo giorno, acquisiscono nuove consapevolezze e nuove certezze.

Errori? Se ne commettono tutti i giorni, sempre costantemente, errori che possono minare la tranquillità ambo le parti e far diventare il “crescere insieme” un incubo.

Sento spesso molti genitori dire di avere dei figli “difficili” io penso che siano semplicemente incompresi, che non siano state attivate quelle leve da parte dei genitori per capire dei meccanismi che differiscono da quelli degli adulti ma che accomunano quasi tutti i genitori.

E’ capitato anche a noi, e a venirci in aiuto è stato un libretto “I bambini devono fare da soli. Senza mai sentirsi soli…” edito da Edicart. Facile e veloce da leggere, scritto dalle pedagogiste Elisabetta Rossini ed Elena Urso, fa parte di una collana di altri 2 libri che sto leggendo in questi giorni.

Edicart2

Ecco i 10 insegnamenti che mi hanno semplificato la vita da mamma rendendo il rapporto con Andrea più piacevole e felice per entrambi:

  • Quando intorno ai 2-3 anni i bambini ci chiedono a gran voce cerotti per graffi impercettibili o addirittura immaginari, non stanno facendo capricci. La consapevolezza di sé come persona sta nascendo, come anche quella del proprio corpo come contenitore di se stesso. Un graffio è un’apertura che non dovrebbe esserci in un contenitore. Un cerotto è ciò che rattoppa quell’apertura e ristabilisce l’integrità.E se accompagnato da un piccolo bacio, oltre a chiudere l’apertura, apre alla comprensione…
  • Soprattutto quando sono piccoli, sembra che i bambini giochino a farsi trovare piuttosto che a nascondersi. Ed è così, perchè i bambini hanno bisogno di sentire che mamma e papà sanno sempre come trovare il loro bambino.
  • Ascoltiamo sempre con attenzione, interesse e, se possibile, molta calma le parole di un bambino arrabbiato. Questo non significa legittimare ogni comportamento, ma legittimare ogni emozione.
  • Sentirsi amato anche quando dice no o si oppone a mamma e papà è uno degli strumenti più efficaci che possiamo dare ad un bambino per difendersi in futuro. Perchè non avrà paura di dire NO agli altri.
  • A volte i bambini continueranno a chiamarci anche se abbiamo già detto loro più volte: “Dimmi, cosa c’è?”. Solo quando ci avviciniamo a loro e li guardiamo negli occhi sembra che la nostra frase sia stata ascoltata. Non è un dispetto. Per lungo tempo i bambini hanno bisogno di essere visti per sentirsi davvero in relazione. Per sentire davvero se stessi negli occhi di mamma e papà.

Vi auguro di leggere questi libretti nei quali troverete molti altri consigli che vi aiuteranno a migliorare il rapporto con i vostri figli e diventi davvero quel bellissimo viaggio che dovrebbe essere.

Barbara

Edicart

Articoli correlati

La Chizzo

La Chizzo

Un caban in cashmere avvolgente e un paio di jeans veloci, un filo di Chanel peonia sulle labbra e Hunter colorati ai piedi.
Sono io, Barbara: una vita a colori e un mix and match di contrasti ai quali non saprei rinunciare!
Un lavoro nel mondo frenetico del digital, fatto di strette di mano e vita mondana, e una casa immersa nella natura e nella pace da condividere con le persone che amo, la mia famiglia. Qui troverai maggiori informazioni su di me

All posts by La Chizzo

Comments are closed.