Skip to content

Arredo Giapponese | Come ricreare il nostro piccolo paradiso Zen

Il Giappone custodisce assieme ad uno spirito ipercontemporaneo e tecnologico, un’anima fortemente legata alla tradizione, e ciò esercita un’attrazione straordinaria sui viaggiatori di tutto il mondo.

Le caratteristiche dell’architettura tradizionale giapponese si possono vedere visitando qualunque tempio: austerità, materiali leggeri e porosi, pareti interne ed esterne molto sottili. La tradizione giapponese è colma di numerose qualità, come l’amore profondo rivolto ai dettagli, il rispetto nei confronti della natura e la scelta di interni realizzati in stile minimalista, in grado di mettere in evidenza la qualità artigianale di ogni singolo arredo.Casa Giapponese

Il design giapponese, anche per quanto riguarda l’arredo, viene apprezzato in tutto il mondo per l’essenzialità, l’equilibrio e la capacità di creare spazi intesi come oasi di pace e quiete.Arredamento Giapponese

Questo stile è perfetto per gli spazi piccoli, per case dalle dimensioni ristrette, ma funzionali e confortevoli.

Arredi zen

 

Gli occidentali, nel corso dei secoli hanno tradizionalmente scelto la pietra, forte e resistente, per sopraffare la natura producendo strutture monumentali e torreggianti, mentre i giapponesi volendo essere più in armonia con la natura, hanno scelto come materiale predominante il legno.

Mentre architetti occidentali hanno tradizionalmente cercato di rendere i loro edifici interessanti con l’aggiunta di decorazioni, organizzando elementi di diverse altezze, gli architetti giapponesi si sono impegnati a rendere le loro strutture sublimi e misteriose cercando l’essenziale semplicità su un piano orizzontale.
Un interno tradizionale giapponese dispone di varie stanze, disposte geometricamente, separate da porte mobili scorrevoli che possono essere aperte per creare grandi spazi aperti o stanze private chiuse. Le mura di carta traslucida tra le stanze permettono di percepire le ombre nelle stanze accanto, senza vedere chiaramente ciò che stanno facendo.

Anche in un semplice monolocale, con l’arredo giapponese, possiamo ricreare il nostro piccolo paradiso Zen… con mobili dalle linee pulite, dai materiali anti-tossici, allontanando qualsiasi manifestazione di campo elettromagnetico. Una riflessione sull’essenza delle cose, sul senso della vita, alla ricerca di forme pulite e delicate, colori armonici, che ci trasmettano equilibrio.casette giapponesi

Quindi via libera a lampade in seta e bambù, pareti scorrevoli e paraventi, mobili in legno laccato, stampe e vasi orientali. Senza dimenticare i pannelli in carta di riso, i futon, gli origami, l’ikebana e il giardino zen, passando per l’engawa, la veranda coperta che relaziona lo spazio interno ed esterno.

Nelle case giapponesi i Tatami sono fondamentali, le tradizionali stuoie in paglia di riso rivestite in giunco, ricoprono i pavimenti della casa in segno di protezione, ed accolgono gli ospiti che entrano in punta di piedi nudi. Così come lo è la  zona dedicata alla preparazione del thé e l’accoglienza dell’ospite, pure cerimonie dal tocco sacro.Arredamento zen

Le opportunità e gli spunti “viaggiando” sono molti. Siete un po’ curiosi?

Continuiamo insieme a scoprire come sono le case in giro per il mondo … arrivederci al prossimo post!

Arch. Valeria Masera

Articoli correlati

Categorized: Arredamento
Tagged:
Valeria Masera | Architetto Green

Valeria Masera | Architetto Green

Valeria Masera, architetto “green” e tris-mamma, specializzato in Restauro e Bio architettura.
Credo fermamente che la creatività sia passione, gioia e che per cambiare vita, si può iniziare dal trasformare gli spazi in cui viviamo... creando un rifugio che sembri "tagliato e cucito" apposta per noi. Rispettando l’ambiente, adottando soluzioni semplici ed etiche.
Una scelta importante per noi, ma ancora di più per i nostri figli e per il loro futuro.
www.networkmamas.it/utenti/valeria-masera
www.studiorovia.it

All posts by Valeria Masera | Architetto Green