Skip to content

Pecora o Leone? Money Monster ed il coraggio del proprio destino

Money Monster, il film di Jodie Foster mette tutti davanti ad una dura verità, in modo duro e cruento.

Dice a noi ed al protagonista del film che la vita non accetta scuse, che siamo adulti in grado di fare delle scelte e che per farle dobbiamo essere (o diventare) persone consapevoli. Dobbiamo crescere, questo la vita ci chiede. Di crescere e accettare il fatto che ciò che facciamo e ciò che abbiamo dipendono dalle nostre scelte personali, nel bene e nel male.

Ho visto il film in cerca di una risposta positiva, dopo essere stata coinvolta da Your Brand Camp, in questo bellissimo progetto, e come George Clooney, protagonista del film, la verità mi ha investito.

Mi ha portato a riflettere sulla nostra necessità di far parte, sempre e comunque di un sistema.

Oggi come oggi sembra che non sei nessuno se non fai rete, che vuol dire spesso appartenere a dei gruppi. Ho sempre avuto paura dei gruppi, li ho sempre visti più una omologazione, quindi una eccezione negativa, rispetto a quello che dovrebbe essere: un gruppo di persone unite da interessi e scopi comuni. Da sempre penso che per molte persone sentirsi parte di “un qualcosa” sia più importante di cosa quel “qualcosa” rappresenti. Di ciò a cui dobbiamo rinunciare per farne parte.

Spesso dobbiamo rinunciare alla nostra unicità, ai nostri pensieri e desideri, per uniformarci. E forse oggi una voce fuori dal coro è indifesa, perchè bisogna fare rete, perchè bisogna far parte di un gruppo.

Io credo nella forza del singolo, nell’affermazione di se, nella conoscenza e rispetto profondi per se stessi e per la propria unicità. Credo nel non scendere a compromessi, nel non accettare silenziosamente ciò che questa società ci vuole far diventare: persone omologate che non sanno più cosa stanno facendo.

Costruire un proprio percorso personale è sicuramente più difficile, ma la libertà di essere se stessi…beh quella non ha prezzo.

Nel video qui sotto è dove affronto questi argomenti con Valeria Pisano, life coach e Trainer in PNL. Leggete la sua riflessione di oggi scaturita dal film.

Barbara

Leggi la prima parte dell’articolo.

 

Articoli correlati

La Chizzo

La Chizzo

Un caban in cashmere avvolgente e un paio di jeans veloci, un filo di Chanel peonia sulle labbra e Hunter colorati ai piedi.
Sono io, Barbara: una vita a colori e un mix and match di contrasti ai quali non saprei rinunciare!
Un lavoro nel mondo frenetico del digital, fatto di strette di mano e vita mondana, e una casa immersa nella natura e nella pace da condividere con le persone che amo, la mia famiglia. Qui troverai maggiori informazioni su di me

All posts by La Chizzo

Comments are closed.