Skip to content

Come conservare i pneumatici senza cerchio

La corretta conservazione delle gomme auto è fondamentale per mantenerle integre e funzionali: vediamo dunque come conservare i pneumatici senza cerchio.

 

Conservare in maniera corretta i pneumatici quando non vengono utilizzati è fondamentale per mantenerli integri e in perfetta funzionalità, evitando che possano danneggiarsi o deformarsi stando fermi. Esistono alcune regole da osservare e dei consigli che si rivelano molto utili per gli automobilisti che si trovano con un set di gomme in più inutilizzato: vediamo allora come conservare i pneumatici senza cerchio in modo adeguato. Se infatti non vengono stoccate correttamente, le gomme auto sono soggette a problematiche quali deformazioni e alterazioni, col rischio di comprometterne la funzionalità; talvolta tali problemi non sono visibili, per cui si corre il rischio di montare sulla vettura pneumatici danneggiati che possono essere un pericolo, in quanto non più in grado di garantire la necessaria sicurezza a chi si trova a bordo.

Conservazione delle gomme: le operazioni da effettuare

Per una conservazione adeguata delle gomme è possibile rivolgersi ad un gommista, pagando una quota mensile per lo stoccaggio, avendo così la certezza che i propri pneumatici saranno perfettamente conservati; oppure si può procedere da soli, a patto ovviamente di avere a disposizione lo spazio sufficiente in cui alloggiare le coperture. In questo caso, sono necessari alcuni accorgimenti affinché le gomme siano conservate in maniera ottimale, preservandole nelle migliori condizioni possibili. In primis è indispensabile il lavaggio, in modo da eliminare lo sporco ed eventuali detriti presenti sulla superficie del battistrada e fra gli intagli: le gomme pulite non sono soggette all’azione di agenti chimici o di altra natura che possono danneggiare la mescola del pneumatico. Dopo il lavaggio si procede con un’attenta asciugatura, così da evitare che si formino tracce di umido sulla copertura.

Lo stoccaggio dei pneumatici: consigli utiliCome conservare le gomme auto

A questo punto si ha lo stoccaggio vero e proprio: il primo requisito fondamentale è che le gomme vengano conservate in locali al riparo dalla luce del sole, da dispositivi elettrici, fonti di calore ed eventuali sostanze chimiche. L’ambiente scelto per la conservazione può essere quello che si preferisce, a patto naturalmente che rispetti tali esigenze. L’altro fattore da tenere a mente è evitare che il pneumatico si deformi: per questo è consigliato, una volta sistemate le gomme in verticale (meglio su un supporto che a diretto contatto con il pavimento), ruotarle almeno una volta al mese, così da non farle restare poggiate sempre sulla stessa area, che per via del peso della copertura può deformarsi. Un pneumatico deformato si rivela molto pericoloso una volta montato sulla vettura. Al contrario delle coperture coi cerchi, non devono essere impilate una sopra l’altra oppure appese, poiché in questo caso aumenta il rischio di deformazioni oppure di danni alla struttura.

La temperatura ideale

La temperatura ideale per la conservazione delle gomme oscilla tra 10 e 25 gradi, perciò bisogna evitare ambienti troppo freddi oppure troppo caldi o in cui è presente una forte escursione termica fra il giorno e la notte. Questo perché caldo e freddo incidono sulla gomma, andando ad allargare e restringere il materiale, ed è sconsigliato conservare una gomma in un luogo in cui finisce per subire tale processo per lunghi mesi, sottoponendo a stress il composto della copertura. I pneumatici, inoltre, possono essere particolarmente sensibili alle variazioni di temperatura, perciò si suggerisce di collocarli in aree in cui la temperatura rimane costante. Infine le tempistiche: se i pneumatici senza cerchio vengono stoccati per breve tempo (in linea di massima da 1 a 3 mesi) possono essere impilati in orizzontale uno sull’altro, in caso contrario la conservazione tradizionale – ovvero posati a terra o su un supporto – resta quella più indicata, ricordandosi sempre di ruotarli per scongiurare le deformazioni.

Barbara

Articoli correlati

Categorized: MOTORI
Tagged:
La Chizzo

La Chizzo

Un caban in cashmere avvolgente e un paio di jeans veloci, un filo di Chanel peonia sulle labbra e Hunter colorati ai piedi.
Sono io, Barbara: una vita a colori e un mix and match di contrasti ai quali non saprei rinunciare!
Un lavoro nel mondo frenetico del digital, fatto di strette di mano e vita mondana, e una casa immersa nella natura e nella pace da condividere con le persone che amo, la mia famiglia. Qui troverai maggiori informazioni su di me

All posts by La Chizzo